Link rapidi

FAQ Viaggia con la carta bancaria contactless  

Contactless, domande e risposte

Pagare la metropolitana con il sistema contactless è semplicissimo ma le prime volte può suscitare qualche incertezza. In questa pagina rispondiamo a diverse domande ricorrenti, sperando di aiutare tutti a prendere dimestichezza con il nuovo sistema.

Tre suggerimenti prima di iniziare il viaggio

• Registrate la carta nell’area riservata del nostro sito: potete visualizzare gli addebiti e verificare i costi dei viaggi
• Ricordatevi sempre di passare la carta sia per entrare sia per uscire dai tornelli, anche nelle stazioni dove l’uscita è libera
• Se uscendo dalla metro un tornello non funziona, provate all’altro. Tutte le stazioni hanno almeno due tornelli contactless

1) Come funziona il pagamento contactless

Come devo fare per pagare con il contactless?
È semplicissimo:
1. alla stazione di partenza, avvicina la carta al lettore per aprire il tornello e entrare in metropolitana
2. alla stazione di arrivo, avvicina la carta per aprire il tornello e uscire

È molto importante passare sempre la carta anche per uscire, anche nelle poche stazioni dove l’uscita è libera per chi ha un biglietto tradizionale o un abbonamento.

Cosa succede se, per uscire dalla metropolitana, non passo la carta?
Il sistema calcola la tariffa giusta del viaggio solo se hai passato la carta ai tornelli sia in entrata sia in uscita. Senza il tap in uscita, il sistema riconosce dove sei entrato ma non dove sei uscito. Dunque addebita un extra costo al viaggio, cioè calcola la tariffa massima che avresti dovuto pagare per raggiungere la stazione più lontana da quella in cui sei entrato.

Nelle stazioni dove i tornelli sono aperti e l’uscita è libera, devo comunque passare la carta per terminare il viaggio?
Assolutamente sì, perché il sistema calcola la tariffa giusta solo dopo aver fatto tap al tornello di uscita. Solo allora si chiude la transazione. Se non passi la carta in uscita, la transazione resta in sospeso e viene addebitata la tariffa massima (per saperne di più sulla tariffa massima, vedi la risposta alla domanda precedente).

Cosa succede se per entrare in metro uso una carta e per uscire ne uso un’altra?
Il sistema calcola la tariffa giusta solo dopo aver passato in uscita la stessa carta che hai usato per entrare. Se in entrata ne passi una e in uscita un’altra, il sistema applica:
• una tariffa massima sulla carta usata in entrata (ma non in uscita)
• una tariffa di 5 euro sulla carta usata in uscita (ma non in entrata)

In altre parole, il sistema riconosce una doppia anomalia e classifica le due operazioni come una mancata uscita e una mancata entrata.

Cosa faccio se, a un primo tentativo, il tornello in entrata non si apre?
Controlla il colore del segnale luminoso sul lettore. Se è rosso, potrebbe trattarsi di uno dei casi ripotati nella domanda Perché la mia carta non funziona?.

Bisogna registrarsi al servizio per pagare contactless?
No, non serve nessuna registrazione. Ma ti suggeriamo di registrare la tua carta nell’area riservata del nostro sito: da lì puoi controllare gli addebiti e verificare i costi dei viaggie.

Posso usare la mia stessa carta per far entrare le altre persone che viaggiano con me?
No. Al momento, ogni carta permette il viaggio a un solo passeggero per volta.

2) Quanto costa il biglietto

Ci sono commissioni?
No, nessuna commissione o extra costi. Si paga solo la tariffa del viaggio.

Come viene calcolato il costo del biglietto?
Il sistema calcola la tariffa del viaggio dopo aver registrato il passaggio della vostra carta alla stazione di uscita, a partire dalla stazione di entrata. Ecco perché è molto importante passare la carta per uscire, anche in quelle poche stazioni dove l’uscita è libera.

Quali sono i vantaggi di pagare contactless invece che con un semplice biglietto?
Il vantaggio più grande è che non rischiate più di prendere una multa per aver sbagliato tariffa (per esempio, per aver usato un biglietto urbano tra il centro di Milano e una stazione extraurbana – Assago, Rho, Sesto FS).

3) Criterio della Tariffa più conveniente

Che cosa vuol dire “miglior tariffa”?
Il sistema calcola i viaggi fatti durante un’intera giornata e applica la tariffa più favorevole.

ESEMPIO:
• se fate un solo viaggio, è applica la tariffa di corsa singola
• se ne fate quattro (ad esempio, in area urbana), invece di applicare il totale di 4 corse singole (6 euro), il sistema fa scattare la tariffa giornaliera (pari a 4,50 euro)
• oltre la quarta corsa nella stessa giornata, la tariffa resta la giornaliera

Dal primo viaggio, quanto tempo ho per avere la tariffa giornaliera?
24 ore solari a partire dal primo viaggio.

Questo vuol dire che, per avere la tariffa giornaliera, posso fare tutti i viaggi che voglio entro 24 ore dal primo?
Sì, ma ciascun viaggio deve sempre avvenire entro la durata massima prevista dalla tariffa.

ESEMPIO 1 – BIGLIETTO URBANO
• Se viaggio tra due stazioni nell’area urbana (Cordusio e Bicocca) la tariffa applicata è quella urbana, dunque il limite di tempo è di 90 minuti.
• Questo vuol dire che, se proseguo il viaggio su una linea di superficie, potrò viaggiare per un massimo di 90 minuti da quando sono entrato a Cordusio.

ESEMPIO 2 – BIGLIETTO EXTRAURBANO
• Se invece viaggio tra una stazione extraurbana e una urbana (Gessate e Cordusio) la tariffa applicata è quella extraurbana, dunque il limite di tempo è, nel caso della tratta Gessate-Cordusio, di 120 minuti.
• Questo vuol dire che, se proseguo il viaggio su una linea di superficie, potrò viaggiare per un massimo di 120 minuti da quando sono entrato a Gessate.

La miglior tariffa viene applicata anche su base settimanale e mensile?
No. Al momento, il sistema calcola la tariffa migliore su base giornaliera (24 ore solari dal primo viaggio).

4) Addebiti

È normale ricevere un addebito in un giorno in cui non ho fatto nessun viaggio?
Sì, è normale. Gli addebiti vengono addebitati alcuni giorni dopo il viaggio. Per saperne di più leggi la risposta successiva e la risposta alla domanda Quando e come vengono addebitati i costi extra.

Quando viene addebitato il pagamento del viaggio?
Il costo del biglietto viene addebitato dopo tre giorni lavorativi dalla data del viaggio. Se nei giorni successivi rilevi altri addebiti, senza aver fatto altri viaggi, potrebbe trattarsi di un costo extra legato allo stesso viaggio. Per saperne di più, leggi la sezione 5 di questa pagina.

Dove posso vedere gli addebiti?
Nell’area riservata del sito. Qui puoi anche conoscere a che cosa si riferisce un addebito, leggendo la causale vicino al costo.

In alternativa, puoi vedere gli addebiti sull’estratto conto della carta. Li riconosci dalla causale del movimento, denominata “Cless Ticket Atm Milano”.

5) Costi extra o addebiti che non tornano

Che cos’è il costo extra?
È un importo che si somma alla tariffa corretta che avresti dovuto pagare passando la carta ai tornelli sia in entrata sia in uscita, cioè usando correttamente il sistema di pagamento.

Perché vengono addebitati i costi extra?
Perché, senza fare tap in entrata o in uscita, il sistema non è in grado di stabilire con esattezza la stazione di partenza e quella di arrivo del viaggio. Si possono verificare questi tre casi.

CASO 1. Hai passato la carta ai tornelli per entrare in metro ma non per uscire.
CASO 2. Hai passato la carta per entrare, ma per uscire ne hai usata un’altra.

In questi casi il sistema non può risalire esattamente al tragitto del viaggio (da stazione a stazione), dunque calcola la tariffa massima che avresti dovuto pagare per raggiungere la stazione più lontana da quella da cui sei entrato. La tariffa massima include, appunto, un costo extra.

CASO 3. Per entrare in metro non hai passato la carta ai tornelli, mentre l’hai passata solo per uscire.

In questo caso, il sistema applica un costo pari a 5 euro perché non riesce a risalire alla stazione da cui sei entrato, e dunque non può calcolare la tariffa corrispondente al viaggio che hai effettivamente svolto.

Quando e come vengono addebitati i costi extra?
Il costo extra viene addebitato dopo almeno 4 giorni dal viaggio, e con un addebito a parte. Per questo, è possibile vedere più addebiti riferiti a uno stesso viaggio.

Dove posso vedere i costi extra addebitati?
Nell’area riservata del sito Atm, se hai registrato la carta. Puoi riconoscere l’addebito extra leggendo la causale vicino all’importo.

A quanto ammontano i costi extra se non ho fatto tap per uscire dai tornelli?
Se sei entrato in una stazione urbana, il costo extra è di 1,60 euro, che si aggiunge all’1,50 euro della tariffa urbana. La tariffa massima finale è la somma di 1,50 + 1,60 euro = 3,10 euro.
Se sei entrato in una stazione extra urbana, la tariffa massima è di 3,70 euro.

Ho ricevuto un addebito di 1,60 euro per un viaggio che non ho mai fatto! Perché?
Molto probabilmente si tratta di un costo extra per un viaggio, svolto anche diversi giorni fa, al termine del quale non hai fatto tap ai tornelli di uscita. Senza questo tap, infatti, il sistema non può risalire esattamente al tragitto effettivo del viaggio, dunque calcola la tariffa massima, cioè quella che avresti dovuto pagare per raggiungere la stazione più lontana da quella in cui sei entrato.
La tariffa massima è la somma della tariffa urbana (1,50 euro) e del costo extra (appunto, pari a 1,60 euro). Questo costo viene applicato con un addebito a parte, anche diversi giorni dopo il viaggio.

Se hai registrato la carta nell’area riservata del sito Atm, puoi riconoscere il costo extra leggendo la causale vicino all’importo. In alternativa, devi andare in un Atm Point con la carta usata e un documento di identità, in modo da verificare gli addebiti.

Ho ricevuto un addebito assolutamente anomalo. In più, non ho viaggiato recentemente! Perché?
Molto probabilmente si tratta di un costo extra per un viaggio, svolto anche diversi giorni fa, all’inizio o al termine del quale non hai fatto tap ai tornelli. Senza questo tap, infatti, il sistema calcola un costo extra perché non riesce a risalire al tragitto effettivo (stazione di entrata e stazione di uscita).

Se hai registrato la carta nell’area riservata del sito Atm, puoi riconoscere il costo extra leggendo la causale vicino all’importo. In alternativa, devi andare in un Atm Point con la carta usata e un documento di identità, in modo da verificare gli addebiti.

Ho ricevuto un sms dalla mia banca che dice “è stata autorizzata un’operazione da 10 euro”. Perché 10 euro?
Si tratta di una pre-autorizzazione prevista dal circuito bancario e indipendente dal sistema Atm. Succede la stessa cosa per pagare il carburante ai self-service, per esempio, dove i distributori di benzina non hanno parte in causa. Al termine del viaggio, viene addebitata la tariffa corretta sulla base dell’itinerario che hai effettivamente percorso.
 
Mi avete addebitato 1,5 euro in più. Perché?

Non è un addebito. Si tratta di una pre-autorizzazione prevista dal circuito bancario e indipendente dal sistema Atm. Al termine del viaggio, viene addebitata la tariffa corretta sulla base dell’itinerario che hai effettivamente percorso.

Mi avete addebitato 0,02 centesimi in più. Perché?
Non è un addebito. Si tratta di una richiesta di autorizzazione che viene fatta quando ti registri per la prima volta all’area riservata del sito Atm.

6) Carte e dispositivi accettati dal sistema

Con quali carte funziona il pagamento contactless?
• Con tutte le carte di credito contactless dei circuiti Mastercard e VISA
• Con tutte le carte di debito contactless dei circuiti VPay e Maestro (le stesse che usate per prelevare agli sportelli)
• Con tutte le carte ricaricabili contactless dei circuiti Mastercard e VISA

Il sistema non funziona con le carte ricaricabili Postepay emesse da VISA.

Come faccio a sapere se la mia carta è contactless?
Deve riportare questo simbolo:  

Perché la mia carta non funziona?
I casi sono quattro:
• la carta non appartiene a uno dei circuiti abilitati
• la carta è insolvente (il conto corrente non ha un saldo sufficiente, è bloccato o altre ragioni)
• la carta è scaduta
• la carta appartiene a uno dei circuiti abilitati ma non è contactless

In questi casi, ti suggeriamo di rivolgerti alla tua banca che può individuare la causa del problema.

7) Carte virtualizzate

Il pagamento funziona con Apple Pay, Samsung Pay e altri servizi bancari su telefoni, orologi o altri dispositivi?
Sì. Il sistema funziona con tutti i dispositivi dov’è stata digitalizzata una carta appartenente ai circuiti abilitati.

ATTENZIONE: il dispositivo usato per uscire dai tornelli deve essere lo stesso usato per entrare. Se entri con una carta, devi uscire con la stessa carta. Se entri con lo smartphone, devi uscire con lo stesso smartphone.

Posso registrare la mia carta virtualizzata nell’area riservata del sito Atm?
No, ad oggi non è possibile.

Come faccio a vedere gli addebiti dei biglietti che ho pagato con la mia carta virtualizzata (Apple Pay, Samsung Pay, ecc.)?
Al momento non è possibile farlo dall’area riservata del sito Atm (lo sarà una volta definiti gli standard di virtualizzazione delle carte). Puoi richiederli in un nostro Atm Point. Ricordati di portare con te un documento e il device che hai usato per pagare.

8) Dove si può pagare contactless, e dove no

Che mezzo pubblico posso pagare con il contactless?
Al momento, il contactless è una modalità per pagare solo e soltanto i viaggi che partono in metropolitana e proseguono sui mezzi di superficie, ma solo nell’area urbana (dunque, a bordo delle linee urbane e nelle tratte urbane percorse dalle linee extraurbane).

Per pagare con il sistema contactless, dunque, il viaggio deve sempre cominciare in metropolitana.

Non è possibile utilizzare i servizi di altri operatori, come i treni gestiti da Trenord, comprese le linee che attraversano il passante ferroviario.

Posso usare il contactless anche sulle linee Trenord e del passante ferroviario?
No. Il metodo di pagamento non è valido sulle linee S, né sui treni che attraversano il passante ferroviario né sugli altri treni Trenord o di altri operatori.

Dunque, se sei entrato in metropolitana con carta contactless e devi cambiare con una linea del passante, nelle stazioni di interscambio (Porta Venezia, Repubblica, Garibaldi) devi uscire dalla metropolitana facendo tap ai tornelli contactless.

Il contactless funziona in tutte le stazioni della metropolitana?
Sì. Puoi viaggiare lungo tutta la rete metropolitana, sia urbana che extraurbana. Tutte le stazioni hanno almeno due tornelli per entrare e due per uscire abilitati con il lettore (pos).

Posso pagare a bordo di un mezzo di superficie e poi proseguire in metropolitana?
No. Non si possono pagare i viaggi che cominciano sulla rete di superficie, che siano linee urbane o extraurbane. Il sistema contactless, al momento, è in servizio soltanto per pagare i viaggi che cominciano in metropolitana e proseguono sulle sole linee di superficie entro l’area urbana.

Funziona il contactless sulle linee extraurbane di superficie?
Solo e soltanto:
• se il viaggio è cominciato in metropolitana e
• sui tratti percorsi entro l’area urbana

Al momento non è possibile pagare con il sistema contactless al di fuori dell’area urbana, neanche quando si tratta della prosecuzione di un viaggio cominciato in metropolitana.

9) Durata del viaggio

Quanto può durare un viaggio pagato con sistema contactless?
La durata massima non cambia rispetto a quella di un viaggio pagato con un normale biglietto. A seconda della stazione metropolitana di entrata (dove avviene la prima convalida) e quella di uscita, il viaggio assume una durata massima che va dai 90 (biglietto urbano) ai 150 minuti (biglietto extraurbano).

ESEMPIO 1 – BIGLIETTO URBANO
• Se viaggio tra due stazioni nell’area urbana (Cordusio e Bicocca) la tariffa applicata è quella urbana, dunque il limite di tempo è di 90 minuti.
• Questo vuol dire che, se proseguo il viaggio su una linea di superficie, potrò viaggiare per un massimo di 90 minuti da quando sono entrato a Cordusio.

ESEMPIO 2 – BIGLIETTO EXTRAURBANO
• Se invece viaggio tra una stazione extraurbana e una urbana (Gessate e Cordusio) la tariffa applicata è quella extraurbana, dunque il limite di tempo è, nel caso della tratta Gessate-Cordusio, di 120 minuti.
• Questo vuol dire che, se proseguo il viaggio su una linea di superficie, potrò viaggiare per un massimo di 120 minuti da quando sono entrato a Gessate.

10) Controlli e multe

Che cosa faccio se un controllore mi chiede il biglietto in metropolitana o su una linea di superficie?
Basta fornire la carta utilizzata ai tornelli. Tutti i nostri controllori hanno un palmare per verificare lo stato dell’operazione e capire se il passeggero è in regola con il viaggio.

Quando prendo la multa?
Per esempio:
• quando i controllori rilevano che stai viaggiando oltre il limite orario previsto dalla tariffa, calcolato dalla prima convalida del viaggio in corso. Esattamente come avviene usando un normale biglietto
• oppure, quando stai viaggiando su una linea extraurbana di superficie che ha varcato i limiti dell’area urbana

Per saperne di più, sulla durata dei viaggi, leggi le domande nella sezione 9.

Come fa il controllore a capire se sono in regola?
Il palmare del controllore è in grado di identificare la stazione della metropolitana (urbana o extraurbana) nella quale è avvenuta la prima convalida, e dunque di verificare se state viaggiando oppure no entro il limite orario previsto da quella tariffa.

Chi mi dice che, controllando la carta, non venga violata la riservatezza dei dati?
I palmari dei controllori mantengono l’anonimato dei dati della carta.

11) Sicurezza

C’è rischio che la carta venga clonata?
No. I pos dei nostri tornelli sono certificati dalle banche che abilitano le loro carte. Il servizio Atm soddisfa gli standard di sicurezza richiesti per qualsiasi operazione di pagamento contactless.

Chi mi dice che, usando la carta, non venga violata la privacy dei miei dati?
In nessun modo Atm memorizza i dati della carta o del suo titolare.

12) Tornelli temporaneamente fuori servizio e rimborsi

Sono arrivato alla stazione di arrivo ma il tornello è rotto. Come faccio per uscire?
Se un tornello non funziona, prova a fare tap all’altro tornello. Tutte le stazioni della metropolitana sono dotate di almeno due tornelli contactless per uscire.

Tutti i tornelli contactless sono rotti e sono uscito senza passare la carta. Mi addebitate extra costi adesso?
Quando la carta non viene passata anche ai tornelli di uscita, il sistema applica automaticamente un extra costo. Per richiedere un eventuale rimborso, leggi la risposta alla domanda qui sotto.

Quando si può ottenere un rimborso?
Quando dei guasti accertati ai tornelli impediscono di svolgere il viaggio correttamente facendo tap sia all’entrata sia all’uscita della metropolitana. In questi casi, bisogna andare in un Atm Point con la carta e un documento di identità per fare le verifiche necessarie.

Come fare per chiedere un rimborso?
Bisogna portare la carta o il dispositivo utilizzati (telefono, orologio) presso un Atm Point o all’Ufficio supporto clienti in viale Stelvio, dove il nostro personale può rilevare eventuali anomalie che si sono verificate al passaggio della carta al tornello.

Che cosa bisogna portare con sé per chiedere un rimborso?
Non bisogna dimenticare:
• un documento di identità valido
• la carta o il dispositivo utilizzati ai tornelli (la carta deve essere intestata alla persona che chiede il rimborso).

Come ricevo il rimborso, una volta che è stato accettato?
Rimborsiamo attraverso un bonifico bancario oppure fornendo biglietti magnetici.

13) Come sono fatti i lettori (POS)

Non era meglio, anche per ragioni estetiche, un lettore unificato abbonamento + carte?
Forse sarebbe stato più bello, ma avrebbe causato seri problemi. Lo spieghiamo nella prossima risposta, qui sotto.

Perché il lettore delle carte e quello degli abbonamenti sono separati?
Per evitare interferenze soprattutto visto che, purtroppo, c’è l’abitudine di appoggiare al lettore il portafogli, o la borsa, senza estrarre la carta. Tenendo separati i lettori, non c’è il rischio di strisciare contemporaneamente una carta e una tessera Atm.
Ogni lettore legge solo e soltanto il dispositivo per il quale è abilitato.

Un ultimo suggerimento?
Se porto con te più carte contactless, estrai sempre dal portafogli o dalla borsa la carta che decidi di usare per il viaggio. Se il lettore rileva più carte contactless, il tornello non si apre e il credito non viene scalato.

 

I link seguenti verranno aperti in una nuova pagina
  • Segnala su:
  • Facebook
  • Segnalo
  • Salva su diggita.it
  • Segnala su OK Notizie
  • Segnala su Wikio
  • Salva su Delicious
  • Digg
  • Salva su Technorati
  • Google Bookmarks
  • Windows Live
  • Invia a un amicoInvia a un amico
  • StampaStampa