Link rapidi

Evoluzione della Rete 

immagine evoluzione Rete trasporto

<< Torna a Valore del servizio

L'anticipo dell'orario di apertura del servizio della metropolitana

Dal 9 gennaio 2017 ATM ha anticipato l’orario di apertura delle linee metropolitane nei giorni dal lunedì al sabato; il provvedimento nato a seguito delle molte richieste dei clienti, nell’ambito di un progetto condiviso con il Comune di Milano, ha consentito di ampliare l’offerta del servizio favorendo anche gli spostamenti delle persone che raggiungono la città dall’hinterland e agevolando i flussi di interscambio tra i diversi mezzi di trasporto pubblico locale.
In concomitanza all’applicazione del provvedimento i parcheggi di corrispondenza hanno anticipato l’apertura al pubblico alle ore 5.30. I parcheggi che hanno anticipato l’apertura alle 5.30 sono sulla M1 Lampugnano, Bisceglie, Molino Dorino
e Caterina da Forlì, sulla M2 Famagosta, Cascina Gobba e Romolo multipiano, sulla M3 San Donato, Maciachini e Rogoredo.

Le modifiche alla rete di superficie

Nel 2016 sono iniziati i lavori anche in centro città per la costruzione della Linea metropolitana 4 o “Linea Blu” che collegherà la zona sudest della città alla zona sudovest, dall’aeroporto di Linate alla stazione di San Cristoforo FS; la M4 si svilupperà su 15 chilometri circa di estensione e 21 stazioni: Linate, Q.re Forlanini, Forlanini FS, Argonne, Susa, Dateo, Tricolore, San Babila, Sforza Policlinico, S. Sofia, Vetra, De Amicis, S. Ambrogio, Parco Solari, Foppa, Washington Bolivar, Tolstoj, Frattini, Gelsomini, Segneri, San Cristoforo; avrà 6 tazioni di interscambio ossia San Cristoforo, Dateo e Forlanini con le Ferrovie dello Stato, San Babila con la M1, S. Ambrogio con la M2, Sforza Policlinico con la M3.

Dal mese di maggio 2016 ATM ha dato attuazione al piano, definito dal Comune di Milano, per la riorganizzazione delle linee di superficie legata all’avvio dei lavori in centro città per la realizzazione della M4. In particolare, con l’apertura dei cantieri per la costruzione delle stazioni di Washington Bolivar, Foppa, Parco Solari e S. Ambrogio sono stati studiati nuovi percorsi dei mezzi pubblici di superficie per garantire il servizio e i collegamenti esistenti tra la periferia ovest e il centro cittadino. Le linee interessate dalle modifiche sono state quelle degli autobus 50, 58, 61: in particolare la linea 50 è stata deviata inizialmente su viale di Porta Vercellina-via Boccaccio e successivamente su viale Misurata e via Costanza; la linea 58 è stata anch’essa deviata nella sola direzione della periferia su via Boccaccio-viale di Porta Vercellina, mantenendo in direzione del centro il transito su via San Vittore per collegare la clinica San Giuseppe; la linea 61 è stata invece attestata in via Washington/piazza Napoli abbandonando il tratto verso la periferia ovest servito dalle linee 50 e 58.

Dal mese di giugno 2016 con l’apertura del cantiere per la realizzazione della stazione M4 di San Babila e del manufatto di largo Augusto sono stati modificati i percorsi in zona delle linee 54, 60, 61, 73, delle sostitutive M1-M3 e della linea N27. I cantieri aperti sulla Cerchia dei Navigli ed in particolare quello per la realizzazione della stazione De Amicis hanno comportato una modifica di percorso delle linee autobus 94 e della sostitutiva M2, deviate in direzione di piazza Cadorna su via Ariberto o in alternativa su viale Papiniano.
Contemporaneamente sono stati avviati i lavori per la riqualificazione di via Monte di Pietà che ha richiesto la deviazione della linea 61 in direzione est su via Verdi-via Manzoni. Per far fronte all’aumento di passeggeri sulla linea 14 dovuto all’affluenza dalle zone interessate dai cantieri M4, dal mese di dicembre 2016 è stato attivato un primo incremento di servizio sulla tratta sud-ovest fino a P.ta Genova FS M2. Dal 27 aprile 2017 ATM ha modificato il percorso di alcune linee di superficie quali quelle dei tram 15, 19, 23, 24 e 27 e degli autobus 73 e 99. In particolare il tram 24 ha aumentato la frequenza con 26 corse in più al giorno e, al fine di migliorare la mobilità in centro, ha scambiato il proprio capolinea con quello del 15 attestandosi in piazza Fontana mentre il 15 si attesta in via Dogana; la linea 19
ha assorbito integralmente la linea del tram 23 e una tratta del 27, consentendo ai passeggeri di attraversare tutto il centro senza cambiare tram e interscambiare direttamente con la M1, M2 e M3 e in futuro con la M4; sono stati ottimizzati i percorsi delle linee degli autobus 73 e 99.

Per migliorare il servizio di trasporto pubblico rivolto alle aree periferiche, soprattutto a quelle di nuova espansione, sono state apportate modifiche ad alcune linee quali: la 46 deviata per il quartiere di Cascina Caimera in direzione Famagosta M2, la 78 prolungata verso il nuovo quartiere MiWest di via Mengoni; tra Bisceglie M1, Baggio e Quinto Romano è stata istituita la linea 76. Per rispondere alla richiesta dei cittadini del quartiere Figino è stata istituita dal mese di maggio la nuova linea 80 che sostituisce interamente la linea 72 tra San Siro M5 e Molino Dorino M1 per consentire il collegamento diretto con la fermata De Angeli M1, senza cambiare mezzo e con un maggiore numero di corse. Anche la rete suburbana è stata coinvolta in interventi di modifica: è stato riorganizzato il servizio nei Comuni di Cesano Boscone e di Assago con la revisione dei percorsi delle linee 322 e 352, la creazione delle nuove linee 323 e 353 e la deviazione della linea 561 a servizio del nuovo centro commerciale di Arese.



<< Torna a Valore del servizio

Approfondimenti

I link seguenti verranno aperti in una nuova pagina
  • Segnala su:
  • Facebook
  • Segnalo
  • Salva su diggita.it
  • Segnala su OK Notizie
  • Segnala su Wikio
  • Salva su Delicious
  • Digg
  • Salva su Technorati
  • Google Bookmarks
  • Windows Live
  • Invia a un amicoInvia a un amico
  • StampaStampa