Link rapidi

Progetto Espressioni Giovani 

<< Torna a Personale


ATM punta concretamente allo sviluppo dei suoi giovani laureati attraverso “Espressioni Giovani”: un percorso di formazione, training on the job, Development Center, affiancamento e tutorship.

I 5 scopi principali del percorso sono:  
  1. Attrarre (Employer Branding)
    Attrarre le risorse “migliori” attraverso un’offerta complessiva di sviluppo differenziante, personalizzata e “unica”.
  2. Scoprire (Valutare)
    “Tirar fuori” dalle persone il talento attraverso il loro utilizzo in ruoli con responsabilità, trasformando più velocemente in “competenze” le capacità naturali.
  3. Sviluppare (Investire)
    Corresponsabilizzare i giovani (e i loro capi) in percorsi di sviluppo che integrano “sfide” e responsabilità on the job, sentieri di carriera e percorsi di formazione e apprendimento.
  4. Modellare (Essere d’ esempio)
    Esercitare un’azione “educativa” e di orientamento del giovane, attraverso il ruolo di “coach” del capo e di figure di “tutor”, volto a trasmettere i valori di fondo della cultura aziendale.
  5. Trattenere (Fidelizzare)
    Individuare il profilo di bisogni, motivazioni e aspirazioni più profondo della persona e differenziare conseguentemente le leve di riconoscimento tangibili e intangibili e le azioni di sviluppo.

Esso si sviluppa in più fasi: una prima di Induction training e una seconda di Formazione specifica seguita da una Tutorship.

  • Induction training:
    durante il primo anno, tramite le testimonianze di diversi manager e l’affiancamento on the job si punta a far conoscere al meglio l’azienda, i suoi meccanismi e le sue persone. A questo si aggiunge la formazione su team working e problem solving. A conclusione di questa prima parte del percorso vi è un Development Center.
  • Formazione specifica:
    mirata sulle singole esigenze dei partecipanti, così come queste sono emerse nel precedente Development Center, prevede l’approfondimento di competenze chiave.
  • Tutorship:
    consiste in alcuni incontri “one-to-one” con un tutor delle Risorse Umane volti a:
    • supportare il piano di sviluppo individuale: ascoltare, domandare, confermare o reindirizzare
    • verificare e stimolare lo sviluppo dell’autoconsapevolezza di sé e dei propri stili di relazione
    • supportare i giovani nell’applicazione concreta nel proprio ambito lavorativo di quanto appreso attraverso il percorso di formazione loro dedicato
    • creare un efficace network interno.

Approfondimenti

I link seguenti verranno aperti in una nuova pagina
  • Segnala su:
  • Facebook
  • Segnalo
  • Salva su diggita.it
  • Segnala su OK Notizie
  • Segnala su Wikio
  • Salva su Delicious
  • Digg
  • Salva su Technorati
  • Google Bookmarks
  • Windows Live
  • Invia a un amicoInvia a un amico
  • StampaStampa