Link rapidi

MUDEC - Museo delle Culture 

Sconti per gli abbonati annuali: 
- sconto ridotto speciale sul costo del biglietto d’ingresso di ciascuna delle Mostre (audioguida esclusa)
- 10% di sconto sui prodotti acquistati all’interno del bookshop



MUDEC – Museo delle Culture

Il Museo delle Culture di Milano è un centro dedicato alla ricerca interdisciplinare sulle culture del mondo, dove a partire dalle collezioni etnografiche e in collaborazione con le nostre comunità, si intende costruire un luogo di dialogo attorno ai temi della contemporaneità attraverso le arti visive, performative e sonore, il design e il costume.

Nato da un’operazione di recupero di archeologia industriale nell’area dell’ex fabbrica Ansaldo, in zona Tortona, il MUDEC reinterpreta gli spazi in cui si inserisce con corpi dalle forme squadrate rivestiti di zinco e con una struttura in cristallo - illuminata 24 ore su 24 – che “irrompe” geometricamente nell’edificio che lo accoglie. Il Museo si distingue per la sua hall centrale di forma libera e organica, che genera una corte interna, una piazza coperta, luogo d’incontro fra le culture e le comunità.
All’interno dell’edificio si sviluppano diversi spazi che offrono al visitatore e alla città una molteplicità di proposte culturali e di servizi, distribuiti su 17.000mq: sale della collezione museale e delle esposizioni temporanee, Auditorium, Mudec Bistrot, Mudec Design Store, Ristorante Enrico Bartolini Mudec, aule didattiche e parcheggio.

Il MUDEC è innovativo anche per la sua formula gestionale: è, infatti, il primo museo italiano con una governance in partnership tra pubblico e privato. Il Comune di Milano ricopre la direzione scientifica del patrimonio, la sua valorizzazione e il coordinamento dell’attività del Forum Città Mondo. 24 ORE Cultura – Gruppo 24 Ore è responsabile della programmazione e realizzazione delle grandi mostre di respiro internazionale e della gestione dei servizi aggiuntivi del MUDEC nelle diverse anime che lo compongono.

La Collezione Permanente è il cuore del Museo delle Culture e vede esposte oltre 200 tra opere d’arte, oggetti d’uso, tessuti, strumenti musicali, testimonianze preziose di culture provenienti da medio ed estremo Oriente, America meridionale e centrale, Africa occidentale e centrale, Sud Est asiatico e Oceania, coprendo un arco cronologico che va dal 1200 a.C. (Perù preispanico) al Novecento. Una selezione ragionata dai circa 8000 pezzi delle Raccolte Etnografiche del Comune di Milano - alcuni in mostra per la prima volta e tutti completamente restaurati - che presenta il risultato di nuovi e approfonditi studi e rivela i molti differenti approcci che hanno condizionato la ricerca, la curiosità e l’approccio dei collezionisti verso i mondi più lontani.
È possibile visitare, con visite su prenotazione, i depositi del MUDEC che conservano buona parte della Collezione non esposta nelle sale museali, in un percorso suddiviso per aree geografiche di provenienza.

Per poter usufruire dei vantaggi, è necessario esibire la tessera elettronica ATM in corso di validità insieme alla Carta Club, che è possibile ritirare presso gli ATM Point.
Nel caso in cui non si fosse in possesso della Carta Club, farà fede lo scontrino di acquisto dell’abbonamento insieme alla tessera elettronica ATM.
Se l’abbonamento è acquistato tramite la propria azienda, sarà necessario mostrare la mail inviata da ATM, attestante la validità e la tipologia di abbonamento annuale caricato sulla tessera elettronica. 

Scopri tutti i vantaggi dedicati agli abbonati annuali ATM.

 

Preraffaelliti. Amore e desiderio, dal 19 giugno al 6 ottobre 2019
L’esposizione di Palazzo Reale rivela agli spettatori l’universo d’arte e di valori dei 18 artisti preraffaelliti raccontando, attraverso i capolavori della celebre collezione Tate, tutta la poetica di questo movimento: dall’amore e dal desiderio alla fedeltà alla natura e alla sua fedele riproduzione; e poi le storie medievali, la poesia, il mito, la bellezza in tutte le sue forme. Particolare risalto è dato all’impatto che il movimento artistico produsse sul modo di concepire l’arte, dimostrando come il fascino dei preraffaelliti, in quanto determinante nel processo formativo delle generazioni successive di artisti, sia ancor oggi straordinariamente attuale.
Liu Bolin. Visible Invisible, dal 15 maggio al  15 settembre 2019
MUDEC PHOTO affida a Liu Bolin il compito di raccontare la sua arte in prima persona, con una performance appositamente creata per il MUDEC che ha come sfondo i pezzi iconici della sua Collezione Permanente.
Visible Invisible” è una mostra pensata ad hoc per gli spazi espositivi del museo: la fotografia scattata all’interno del MUDEC è presente nella mostra come uno degli scatti inediti. Oltre a questo, in rassegna sono presenti circa cinquanta opere dell’artista, tra cui un inedito della Pietà Rondanini scattato al Castello Sforzesco di Milano e la fotografia della Sala di Caravaggio – mai esposta prima - realizzata nel 2019 alla Galleria Borghese di Roma.
Immagine Roy Liectchestein Roy Lichtenstein. Multile visions, dal 1 maggio all'8 settembre 2019
Il MUDEC presenta un grande maestro americano e una delle figure più importanti nell’arte del ventesimo secolo: Roy Lichtenstein. La sua arte sofisticata, riconoscibile al primo sguardo e apparentemente facile da comprendere, ha affascinato fin dai primi anni eroici della pop art generazioni di creativi, dalla pittura alla pubblicità, dalla fotografia al design e alla moda e il potere seduttivo che essa esercita sulla cultura visiva contemporanea è ancora molto forte. In mostra circa 100 opere tra prints anche di grande formato, sculture, arazzi, un’ampia selezione di editions provenienti da prestigiosi musei, istituzioni e collezioni private europee e americane oltre a video e fotografie.
Il meraviglioso mondo della natura. Una favola tra arte, mito e scienza. Palazzo Reale di Milano, dal 13 marzo al 14 luglio 2019
È la natura nella sua complessa varietà a costituire il cuore della mostra Il meraviglioso mondo della natura. Una favola tra arte, mito e scienza, un appuntamento pensato in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci che consentirà ai visitatori uno sguardo spettacolare sulla rappresentazione artistica della natura, lungo un arco cronologico che va dal Quattrocento al Seicento, con un’attenzione particolare allo scenario lombardo.
Fulcro della mostra è la ricostruzione, nella Sala delle Cariatidi, del Ciclo di Orfeo, che fa parte delle Raccolte Civiche del Comune di Milano ed è composto di 23 tele. All’ingresso della mostra, camminando in una “foresta” di lettere illuminate, lo spettatore potrà ascoltare suoni ed echi della natura reale. La mostra è accompagnata da contenuti multimediali e suggestive videoproiezioni lo accompagneranno lungo tutto il percorso. 




MUDEC
Via Tortona 56, Milano

Orari
Lun 14.30-19.30
Mar, mer, ven, dom 9.39-19.30
Gio, sab 9.30 -22.30
La biglietteria chiude un’ora prima.

Contatti
+39 02.54917
www.ticket24ore.it  
www.mudec.it


I link seguenti verranno aperti in una nuova pagina
  • Segnala su:
  • Facebook
  • Segnalo
  • Salva su diggita.it
  • Segnala su OK Notizie
  • Segnala su Wikio
  • Salva su Delicious
  • Digg
  • Salva su Technorati
  • Google Bookmarks
  • Windows Live
  • Invia a un amicoInvia a un amico
  • StampaStampa